Impresa.italia.it e l’imprenditoria digitale

Anche il mondo dell’imprenditoria ormai è stato travolto dalla rivoluzione digitale che ha cambiato la vita di tutti noi, e adesso arriva un nuovo passo in avanti promosso dal Governo centrale che servirà a rendere più facili, funzionali e rapidi i contatti tra imprenditori ed enti di governo. Si tratta di un portale web che sarà accessibile anche e soprattutto dai dispositivi portatili, quali smartphone e tablet, che sarà a disposizione degli oltre 10 milioni di imprenditori presenti sul suolo nazionale, e quindi anche per tutti gli imprenditori abruzzesi che a loro volta dovranno fare i conti con questa novità.

Ecco cosa è stato reso noto per il momento tramite una nota ufficiale diramata dalle agenzie di stampa regionali, riprendendo le notizie nazionali. Il progetto nasce da un’idea delle Camera di Commercio ed è stato fattivamente realizzato da Infocamere. Gli obiettivi a cui risponde il nuovo portale identificativo sono tre: la digitalizzazione del sistema della pubblica amministrazione, la creazione di nuove identità digitali e la creazione di nuove forme di sviluppo nella collaborazione tra pubblico e privato. Il portale, che si chiama impresa.italia.it, opera in sinergia con il nuovo sistema di identificazione digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Sostanzialmente il desiderio è quello di snellire e rendere più rapide le varie pratiche burocratiche che regolano il rapporto tra lo Stato e gli imprenditori; inoltre il portale è strutturato in modo tale da poter accogliere le istanze delle varie Amministrazioni che potranno usarlo come strumento di comunicazione con il mondo dell’imprenditoria. In pratica, a cosa servirà il portale all’imprenditore? Questi potrà, in qualunque luogo e in qualunque momento poiché impresa.italia.it è attivo anche sui dispositivi mobili, accedere alla sua “cartella” nella quale sono contenuti tutti i documenti che gli sono necessari per lo svolgimento della sua specifica attività. Si tratta, ad esempio, di visure, atti e bilanci dal Registro delle Imprese, ma anche dello storico di tutte le richieste presentate ai Suap (Sportelli Unici delle Attività Produttive). Oltre a questo sul portale si troveranno caricati tutti gli strumenti già presenti sul portale startup.registroimprese.it che sono stati creati dalle nuove imprese digitali (che si calcola in Italia siano oltre 8 mila) per creare una comunicazione social anche tra le imprese. Per dare modo a tutti gli imprenditori di prendere confidenza nel minor tempo possibile con questo nuovo portale le Camere di Commercio locali organizzeranno degli incontri nei quali verranno spiegate nel dettaglio tutte le operazioni da compiere per effettuare la registrazione e per poter fruire dei molti servizi presenti su imprese.italia.it, che è di fatto già operativo. Anche nella Regione Abruzzo presto i diretti interessati saranno informati sui luoghi e le date in cui si svolgeranno gli incontri informativi. La creazione di questo sito di comunicazione tra imprese e Stato fa parte di un progetto più vasto di alfabetizzazione digitale che riguarda varie fasce della popolazione ma che diventa particolarmente importante quando si parla di attività produttive, che possono trarre un vantaggio anche economico dallo snellimento di certe procedure. Questo dunque non è che uno step di un percorso già portato avanti da alcuni anni sia dall’Agenzia nazionale che da quella europea; il prossimo prevede la creazione di Punti Impresa Digitale per l’accesso al mercato, che sono già stati previsti dal Piano Nazionale Industria 4.0 e sono anch’essi responsabilità delle Camere di Commercio. Anche gli imprenditori abruzzesi entrano nel mondo della tecnologia, sperando che questo sia d’aiuto per la loro attività.